CHE COS’È?

Mediare significa costruire nuovi contesti di empatia e comunicazione, avvicinare, facilitare il contatto, incoraggiare, sostenere l’interazione e lo scambio. 
Facilitare la relazione non significa solo insegnare la lingua italiana e i codici che la sostengono, ma anche aprirsi ed acquisire le conoscenze sulla cultura e la lingua di origine degli alunni stranieri, necessarie per facilitare e promuovere la relazione interpersonale. Per arrivare all’integrazione è necessario un dialogo costruttivo che porti alla conoscenza reciproca e alla scoperta delle somiglianze e delle differenze delle varie culture.

I mediatori linguistici forniscono un servizio di supporto complementare alle attività di insegnamento, principalmente utilizzando la lingua madre o con una comunicazione bilingue. Collaborano con la classe e con gli insegnanti per l’inserimento degli allievi neoarrivati.

Inoltre, ci si collabora con la scuola nelle procedure di ammissione e valutazione per la classe di iscrizione, ad esempio attraverso i colloqui con i genitori.

Obiettivo dell’intervento di mediazione linguistico culturale:

  • Integrare il minore neo inserito nel sistema scolastico

Azioni:

  • Favorire il collegamento fra l’insegnante – allievo e l’insegnante – genitori dell’allievo
  • Ridurre il passaggio traumatico, dalla scuola del paese di origine alla scuola italiana
  • Coinvolgere nella progettazione di mediazione le istituzioni scolastiche
  • Facilitare la comunicazione fra allievo neo inserito e la classe
  • Prevenire e individuare fenomeni di disagio e malessere da sradicamento e/o ambientamento dell’allievo
  • Valorizzare la lingua e la cultura di origine dell’allievo
  • Far conoscere al neo inserito i tempi, le regole e le tradizioni che lo accolgono e viceversa far conoscere al corpo docente e alla classe le abitudini e le tradizioni del nuovo compagno

A CHI È RIVOLTA

Agli allievi immigrati, figli d’immigrati, figli adottati, allievi italiani nati all’estero che non conoscono la lingua italiana (cittadini dei paesi dell’UE ed extracomunitari).

SVILUPPO DELL’INTERVENTO

L’intervento si svolgerà secondo la programmazione realizzata dall’insegnante referente/coordinatore della classe assieme al mediatore linguistico:

  • Rilevando le competenze pregresse (test d’ingresso, prodotto dall’insegnante con la collaborazione del mediatore linguistico)
  • Prima dell’intervento è prevista un’ora di programmazione da svolgere con il mediatore linguistico e l’insegnante referente o coordinatore della classe al fine di analizzare i bisogni dell’allievo
  • Elaborando un breve progetto sull’allievo neo inserito secondo le necessità
  • Elaborando una relazione finale

MODULISTICA

Desideri richiedere un intervento di mediazione linguistico culturale? A seconda delle esigenze gli interventi possono essere richiesti nei seguenti ambiti:

ALUNNO/ CONTESTO SCOLASTICO
SCUOLA/ALUNNO/FAMIGLIA-CULTURA LOCALE E DI PROVENIENZA
SCUOLA/FAMIGLIA/ISTITUZIONI E TERRITORIO

Contattaci oppure scarica e compila il seguente modulo: